Food for Life a Torino

Preparazione dei pasti da distribuire ai senza tetto

Le origini

Food for Life deve la sua esistenza agli insegnamenti e al desiderio di A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada, il più importante studioso e maestro di cultura vedica del mondo. Nel 1974, in India, egli si rattristò moltissimo nel vedere un gruppo di bambini di villaggio che lottavano con dei cani randagi per qualche avanzo di cibo. Disse quindi ai suoi discepoli presenti in quel momento: “Nessuno dovrà patire la fame entro dieci miglia di distanza dai nostri templi!”

Da quel primo, umile sforzo di distribuire pasti gratuiti nei dintorni del tempio, nell’arco di pochi decenni Food for Life si è trasformato nel più grande programma di soccorso alimentare vegetariano a livello globale.
Dai primi anni ’70 fino ad oggi si è sviluppata una rete internazionale che offre pasti gratuiti nelle scuole e nelle mense, attraverso furgoni mobili e servizi di ristorazione, operando in molte grandi città del mondo e intervenendo in gravi situazioni di emergenza civile, come le guerre e i terremoti. Si tratta di un organismo che agisce in maniera indipendente, di un servizio volontario attivo in oltre cinquanta Paesi, per un totale complessivo di due milioni di pasti vegetariani distribuiti ogni giorno.

Food for Life APS è un’organizzazione umanitaria in linea con l’antica tradizione dei Veda che distribuisce pasti vegetariani gratuiti al fine di promuovere l’unità e la pace. L’aiuto principale è rivolto a coloro che si trovano in condizioni difficili, ma tutti possono usufruire dell’ospitalità tipica della cultura vedica, in cui la condivisione del cibo ha un significato profondo, perché si basa sull’uguaglianza spirituale di tutti gli esseri.

Food for Life si propone di:

• far conoscere alla società il valore della non-violenza stimolando nel maggior numero possibile di persone il gusto per il vegetarianesimo;
• ispirare uno stile di vita sostenibile dimostrando che l’alimentazione vegetariana giova alla salute fisica e psicologica;
• offrire, mediante la scienza dello yoga, l’opportunità di innescare un processo evolutivo della coscienza.

Food for Life dispensa un cibo vegetariano, definito in lingua sanscrita “prasada”, capace di nutrire il corpo, purificare la mente ed elevare lo spirito. Cucinare il prasada implica un’attenzione speciale nella scelta degli ingredienti, norme specifiche di pulizia negli ambienti e nelle fasi di preparazione, e un sentimento di gratitudine e amore che infonderà nel cibo la giusta energia spirituale. Tutto ciò garantisce l’offerta di pietanze pure, in grado di abbattere pregiudizi razziali, sociali, di credo e nazionalità, e di apportare benefici da ogni punto di vista.

Alcuni volontari
Pranzo con i senza tetto

Food for Life a Torino

Rispetto all’India di quei tempi la situazione è diversa, ma il bisogno d’aiuto rimane. In Italia oggi non ci sono rischi di sicurezza alimentare, eppure secondo un rapporto della Coldiretti nel 2018, 2,7 milioni di persone hanno chiesto aiuti alimentari. Nei paesi più sviluppati oggi la povertà prende forme diverse e ci sono tante condizioni di difficoltà e di emarginazione.

Inoltre il sistema alimentare attuale presenta grandi problemi economici, ambientali e sociali. Lo sviluppo di una grande industria alimentare ha prodotto squilibri dei prezzi, sprechi di cibo, disuguaglianze tra paesi; l’agricoltura intensiva e il largo consumo di proteine animali stanno creando grandi problemi ambientali come effetto serra e perdita di biodiversità;  il largo consumo di “cibo spazzatura” sta generando seri problemi di salute pubblica, dai molteplici disturbi alimentari, all’aumento delle malattie cardiovascolari.

Oggi in Italia Food for Life unisce l’aiuto alla povertà e all’emarginazione sociale con la sensibilizzazione della società civile, per condividere scelte di vita non violente a partire dal cibo.

Nel far questo l’associazione crede molto nell’attività di volontariato. La cooperazione tra persone diverse e la condivisione di gesti di solidarietà ispira ogni individuo ad essere proattivo, a compiere scelte migliori nella propria vita e genera benessere nella comunità locale. Perché il servizio disinteressato porta pace e felicità nella vita di tutti.

Negli ultimi quattro anni a Torino, Food for Life ha costruito un  programma di solidarietà cittadina che ha distribuito 50.000 pasti. Nel corso dell’esperienza si è sviluppata una rete di collaborazioni e relazioni territoriali di vario tipo, tra enti, associazioni locali e con il Comune della città.

La tradizione dei Veda stabilisce il principio dell’unità nella diversità: "Vasudeva Kutumbakam", dice un antico mantra vedico, "Il mondo intero è una famiglia". In questo spirito inclusivo e non settario, Food for life, opera nella comunità locale in modo collaborativo e propositivo. Offrendo così un contributo al settore umanitario, per far crescere l’attenzione sulla qualità del cibo e per generare una crescita, individuale e sociale, nella consapevolezza dell’unità di tutti gli esseri.

Dona il 5x1000

Tieniti aggiornato

Ti invieremo puntalmente le nostre iniziative.

2020 | © Hare Krishna – Food for Life Onlus – Privacy Policy